Basket
 

Si comincia!

Si comincia!

calendar.pngBASKET

CUS Unime basket

Tutto pronto per la prima stagionale del CUS Unime

comunicato stampa n° 144 del 18 ottobre 2017

 

Primo appuntamento ufficiale della stagione per le ragazze del CUS Unime basket che, sabato 21 ottobre, saranno di scena al PalaCatania per la partita d’esordio del campionato di Serie B.
Le cussine, praticamente, ricominciano da dove avevano lasciato lo scorso campionato. Le universitarie, infatti, saranno ospiti delle catanesi della Rainbow, avversarie contro le quali nello scorso campionato si sono contese fino all’ultima sirena la testa della classifica ed alle quali hanno dovuto cedere la vittoria nei playoff proprio alla fine, dopo aver vinto a Catania ma perdendo le due gare del PalaNebiolo di un solo punto e, in entrambi i match casalinghi, fallendo i due tiri liberi decisivi allo scadere.

In casa cussina si è parzialmente confermato il gruppo dello scorso anno ma sono state perse due pedine importanti quali Ilaria Ingrassia - che in questa stagione giocherà a Salerno, sempre in Serie B - ed Ilenia Certomà - che ha deciso di allontanarsi momentaneamente dal parquet per motivi di studio. Obiettivo principale di questa stagione, però, è quello di far crescere le tante giovani del proprio vivaio. Spazio, dunque, al rientro delle nostre atlete che nella scorsa stagione hanno giocato in Serie C con la maglia dell’Alma Patti. A queste di aggiungono gli innesti di altre due giovani molto promettenti provenienti dalla Lumaka Reggio Calabria: Silvia Boncompagni (lunga classe 1999) e Maria Elisa Pellicanò (guardia del 2000). Cambio anche in panchina, dove Massimo Zanghì torna ad allenare dopo qualche anno di inattività e sostituisce Mara Buzzanca.

Obiettivi diversi, dunque, per il CUS Unime rispetto alla scorsa stagione, quando il team universitario era tra i più accreditati per la vittoria finale del torneo; spazio, invece, ad un progetto di più ampio respiro, votato alla crescita del vivaio. In generale, comunque, tutte le concorrenti del CUS sembrano aver ridimensionato le proprie mire ed alla vigilia, almeno sulla carta, sembra si porta assistere ad un campionato abbastanza livellato, con come unica possibile favorita la Stella Basket di Palermo - rinforzatasi con qualche lunga - e l’outsider Priolo - dove siede in panchina il Guru del basket femminile siciliano Santino Coppa che avrà a disposizione tante giovani molto promettenti provenienti proprio dalla Rainbow.
Molta incertezza, in conclusione, sui reali valori delle squadre per il prossimo torneo che, forse, si riveleranno completamente solo dopo qualche giornata.
Appuntamento per la prima del CUS Unime previsto alle 17.30 al PalaCatania contro la Rainbow.

Servizio gestito da Università degli Studi di Messina U.Org. Comunicazione Strategica 
Piazza Pugliatti n°1 98122 Messina tel. 090 6768960 - 090 6768961 


LA CUSSINA CASCIO ALLE DEAFLYMPICS DI BASKET

CUS Unime - Simona Cascio

 

La cussina Simona Cascio in Turchia per le Deaflympics con la Nazionale di Pallacanestro femminile Sorde

comunicato stampa n° 134 del 12 luglio 2017

Importante riconoscimento per l’atleta del CUS Unime Simona Cascio, convocata dalla Nazionale di Pallacanestro Femminile Sorde per disputare le "Dealympics", in programma a Samsun (Turchia) dal 16 al 31 luglio 2017.

Per la messinese classe 1989 si tratta della seconda partecipazione personale ai “Giochi Olimpici Silenziosi”, dopo la prima esperienza nell’estate del 2013 a Sofia (Bulgaria) durante la quale ha guidato la Nazionale Italiana in qualità di capitano alla conquista di uno storico quinto posto. Le Deaflympics sono una manifestazione multisportiva dedicata ai sordi ed organizzata con cadenza biennale (alternando l’edizione estiva da quella invernale) dal Comitato Internazionale degli Sport dei Sordi.
Un bellissimo riconoscimento, dunque, per l’atleta cussina, premiata per gli ottimi risultati ottenuti nelle ultime stagioni e ormai da diversi anni nel giro delle Azzurre. La prima esperienza della Cascio con la Nazionale Italiana femminile è datata 2011, quando si disputarono i Mondiali a Palermo e le Azzurre conquistarono un settimo posto finale. Da allora la messinese è entrata a piene mani nel giro della Nazionale, collezionando la partecipazione a due Campionati Europei - a Konya (Turchia) - nel giugno del 2012, con un settimo posto finale, ed a Salonicco (Grecia) nel 2016, quando la Nazionale ha conquistato il terzo posto - e ad un Mondiale, nel 2015 a Taipei (Taiwan), conquistando un quinto posto in classifica generale. Nel frattempo, nel 2013, la prima partecipazione alle Deaflympics, con lo storico quinto posto finale.

Alla vigilia dei prossimi “Giochi Olimpici Silenziosi”, dunque, il CUS Unime rivolge un enorme incoraggiamento all’atleta cussina, augurandole le migliori soddisfazioni e di portare in alto non solo i colori della nostra Nazionale ma anche quelli della nostra città e del CUS Unime.

Servizio gestito da Università degli Studi di Messina U.Org. Comunicazione Strategica 
Piazza Pugliatti n°1 98122 Messina tel. 090 6768960 - 090 6768961 


Superata la Rainbow

CUS Unime – basket
Pronto riscatto per il CUS Unime. Superata a Catania la Rainbow

Riscatto immediato per il CUS Unime che sbanca il parquet del PalaCUS di Catania e supera le padrone di casa della Rainbow con il finale di 65-58, riportando la serie della finale playoff sull’1-1 e costringendo le catanesi a tornare domenica prossima a Messina per la “bella”.

Partita bella e giocata con tantissima grinta dalle universitarie che, con una partenza determinatissima, si portano subito in vantaggio (9-19 al 9’) grazie, soprattutto, alla vitalità di Elisabetta Scardino che, schierata nel quintetto iniziale, ripaga la fiducia di coach Buzzanca con un ottimo avvio fatto di punti, rimbalzi, e falli subiti. Le catanesi si trovano costrette ad inseguire ma, guidate dalla capitana Ferlito, non mollano e stabilizzano lo svantaggio intorno ai 10 punti (21-32 al 18’). La partita cambia nella seconda metà della gara, con il CUS Unime che soffra per colpa della rinnovata concretezza delle giovani locali Patanè e Spampinato e di alcune discutibili decisioni arbitrali. La Rainbow, cosi, riesce ad avvicinarsi pericolosamente chiudendo sotto di 4 la terza frazione (42-46). Sembra profilarsi un ultimo tempo al cardiopalma ma in apertura di frazione un’inarrestabile Martina Lombardo realizza 10 punti consecutivi che riallontanano le avversarie (42- 56 al 34’). Le catanesi, però, sono dure a morire: quattro triple consecutive rimettono in corsa la Rainbow riportandola sotto di 2 (54-56). Ma questo sarà l’ultimo sprint per le etnee, allontanate definitivamente da Certomà e Kramer che mettono il sigillo finale sull’incontro, chiuso con il risultato di 58-65.

Rainbow Catania – CUS Unime 58-65 (14-19; 25-34; 42-46)

Rainbow Catania: Parrinello 2, Spina, Ferlito 10, Caruso 6, Bruno, Parisi 6, Marmo 2, Chiarella 2, La Manna 5, Patanè 13, Spampinato 12. All. Bruni.

CUS Unime: Lombardo 18, Kramer 7, Natale 3, Borgia 9, Scardino 9, Certomà 11, Grillo, Licciardello, Ingrassia 8, Osso, Cascio. All. Buzzanca.

Arbitri: Attard L. e Attard M.

 

Servizio gestito da Università degli Studi di Messina U.Org. Comunicazione Strategica 
Piazza Pugliatti n°1 98122 Messina tel. 090 6768960 - 090 6768961 


CUS Università Messina A.S.D. Cittadella Sportiva Universitaria


Per rendere migliore la tua esperienza il nostro sito utilizza i cookie.
Informazioni