Pallanuoto
 

Il CUS Unime alla resa dei conti

CUS Unime - Sergio Naccari

Il CUS Unime alla resa dei conti. Naccari: “Vogliamo raggiungere il traguardo”

comunicato stampa n° 116 del 5 giugno 2017

Obiettivo playoff centrato, adesso il gioco si fa duro. Anche in quest'annata il CUS Unime corona una stagione da protagonista raggiungendo, per il secondo anno consecutivo, gli ambiti playoff promozione per la Serie A2. Un obiettivo importante raggiunto al termine di un ottimo girone come confermato da numeri da capogiro. 44 punti all’attivo per i messinesi su 18 giornate di campionato, frutto di ben 14 vittorie, 2 sconfitte - una a sorpresa in casa della RN Auditore lo scorso 4 febbraio con il finale di 8-6, l’altra il 1 aprile in casa della prima del girone 4 del torneo cadetto, la Waterpolo Catania, per 11-8 - e due pareggi esterni (con Basilicata Nuoto 2000 e Polisportiva Acese), giunti in entrambi i casi quando Arcovito e compagni avevano già conquistato il matematico passaggio ai playoff. Risultati raggiunti grazie anche ad un attacco ed una difesa tra le migliori di tutti e 4 i gironi della Serie B. Se in fase offensiva i messinesi, arrivati a quota 192 reti segnate, si attestano tra le migliori squadre di tutto il torneo, è la fase difensiva il punto di forza dei cussini: con sole 106 reti al passivo, infatti, i ragazzi allenati da Sergio Naccari risultano essere la terza difesa di tutta la Serie B, dietro solamente a Cesport Napoli e Como Nuoto.

I numeri, dunque, testimoniano una stagione da incorniciare. Attenzione, però, all’insidia dei playoff - partite da dentro/fuori nelle quali contano tantissimo il fattore emotivo e lo stato di forma - ed all’avversaria del CUS, il Pescara Nuoto e Pallanuoto, team che ha fatto un percorso simile a quello degli universitari e che arriva all’ultimo atto del campionato in condizioni eccellenti.
Dello stesso avviso è il tecnico cussino Sergio Naccari, che, analizzando il prossimo impegno dei suoi, predica moltissima attenzione: “Sembra sia soltanto ieri quando abbiamo disputato i nostri primi playoff; eppure è trascorsa già un’intera stagione, un’annata strepitosa culminata con la ciliegina sulla torta dei playoff per il secondo anno consecutivo. Non è mai semplice confermarsi sui livelli della stagione precedente, soprattutto se si è fatto molto bene come abbiamo fatto noi; eppure siamo riusciti a ripeterci e di questo siamo tutti veramente molto orgogliosi. Stiamo seguendo un percorso ben preciso che ci ha permesso di raggiungere in tre stagioni un quarto posto e due finali playoff. Nota di merito, dunque, che devo rivolgere alla nostra società, che sta programmando in maniera molto seria ed oculata ed i risultati già sono evidenti, non solo per la prima squadra ma anche in ambito di giovanili. Un plauso, inoltre, devo farlo a tutti i giocatori locali che nel corso di questi anni hanno dimostrato grande attaccamento al CUS Unime mettendosi a completa disposizione del nostro progetto, ai quali si aggiungono campioni del calibro di Antonio Vittorioso o di Samuel Balaz che nel corso di questi anni ho avuto il piacere di allenare. Rispetto allo scorso anno è cambiato tanto: in primis sono cambiate alcune pedine importanti in acqua; è cambiato anche l’avversario che, tra altro, avrà dalla propria parte il vantaggio dell’eventuale “bella” in casa propria. CI troveremo di fronte una squadra veramente forte: ho visto giocare il Pescara a Napoli nello scontro diretto contro la Cesport e si tratta di un gruppo completo in ogni reparto e dotato di grandi individualità, diretto egregiamente dal tecnico Mammarella. Noi, dal canto nostro siamo pronti: è una di quelle partite che tutti aspettano e sognano di giocare a prescindere dalla categoria. Il vantaggio di raggiungere con qualche settimana di anticipo la qualificazione ci ha permesso di lavorare con più serenità, prepararci 
fisicamente e lavorare sugli errori commessi nella scorsa stagione. Sarà fondamentale approcciare al meglio già in gara 1 a Pescara, provando ad approfittare di un’eventuale “stress psicologico" dei padroni di casa dovuto al fattore campo. Siamo consapevoli dei nostri mezzi ed adesso siamo pronti: siamo stati bravi e fortunati a ripeterci per il secondo anno consecutivo; ora vogliamo raggiungere il traguardo e dare questa bella soddisfazione al nostro Presidente ed a tutta la Messina che in questi anni ci ha supportato”.

Appuntamento per il CUS Unime in gara 1 previsto a Pescara sabato 10 giugno. Il ritorno si giocherà a Messina mercoledì 14 giugno, alle ore 19:00, presso la Cittadella Sportiva Universitaria. 

Servizio gestito da Università degli Studi di Messina U.Org. Comunicazione Strategica 
Piazza Pugliatti n°1 98122 Messina tel. 090 6768960 - 090 6768961 


CUS Università Messina A.S.D. Cittadella Sportiva Universitaria


Per rendere migliore la tua esperienza il nostro sito utilizza i cookie.
Informazioni